PONTèPIGNETO

CollapseShow info

Title: Pedestrian Bridge Pigneto

Year: 2009

Location: Rome, Italy

Typology: Infrastructure

Status: International Competition

Publication: "Young Italian Architects", Edizioni Forme Libere

Design team: Pier Paolo Presta, Andrea Foti, Matteo Incognito

Share this project on:

CONCEPT: Lo storico ponte pedonale che attraversa il vallo ferroviario nel Pigneto è l´unico punto di collegamento tra due aree del quartiere. L´intervento mira a dare un carattere unitario all´area e vuole contribuire a favorire la connessione tra le due aree del quartiere: da un lato il nuovo volto giovane del Pigneto, dall´altro un tessuto a prevalente uso residenziale. Immaginando il ponte come un collante in grado di unire le due parti, si è arrivati alla definizione di un particolare concept che racchiude in sé tutti i nostri intenti progettuali, intesi come integrazione tra architettura e contesto urbano e tra sostenibilità e tecnologia.

INTEGRAZIONE TRA ARCHITETTURA E CONTESTO URBANO: Il ponte vuole adattarsi al contesto urbano e collegarsi alle realtà del Pigneto. La morfologia del nuovo ponte del Pigneto nasce dallo studio dei flussi pedonali e motociclabili. Particolare attenzione è stata riposta nell´analisi degli spostamenti dei pedoni all´interno del quartiere; da un lato flussi di ragazzi e studenti, che si generano tra la fermata dell´autobus, l´istituto professionale Virginia Woolf e la nuova fermata della metro, dall´altro flussi di casalinghe e anziani che mettono in stretta relazione l´area a prevalente uso residenziale e lo storico mercato del Pigneto. A questi due importanti spostamenti diurni si aggiunge poi l´altrettanto importane flusso della vita notturna del nuovo volto del Pigneto, con i suoi locali e le attività nate negli ultimi anni. Il ponte è pensato e disegnato in modo da ottenere un ruolo di centralità nella zona, e diventare il simbolo del quartiere, così legato alle tradizioni ma che guarda al futuro.

FUNZIONE E STRUTTURA: ll nuovo ponte si sviluppa su un area di 1700 mq e contiene al suo interno diverse funzioni: luoghi dello stare, aree per le esposizioni, percorsi pedonali e moto ciclabili. Gli spazi che si vengono a creare sono differenziati grazie a piccoli dislivelli e all´utilizzo di diversi materiali. Funzionalità e fattibilità sono i principi anche della struttura, reticolare in acciaio, che si appoggia semplicemente su soli quattro punti laterali e un unico setto centrale. Per quanto riguarda il rapporto col ponte vecchio, viene conservato l´originario sedime, fatto di sanpietrini, rispettando la tradizione del Pigneto e mantenendo il passaggio dei cicli e motocicli; in più, le arcate del ponte storico vengono rese visibili e valorizzate da un taglio di vetro nel nuovo pavimento.

USO DELLA LUCE: A seconda delle necessità e degli eventi, le scenografie possono essere ulteriormente arricchite mediante l´utilizzo di combinazioni cromatiche. All´interno della vasta gamma di proposte di sistemi di illuminazione della Zumtobel, abbiamo optato per una illuminazione a LED. Il formato compatto e i colori dinamici RGB permettono di creare scenografie straordinarie. Le linee luminose LED sono in grado di sottolineare e mettere in risalto, con assoluta precisione, le morbide forme del ponte. Inoltre le lampade a LED: - sono estremamente efficienti dal punto di vista energetico (riducendo i consumi); - emettono poco calore (si può disporle all´interno degli stessi oggetti illuminati) ; - durano a lungo senza bisogno di interventi (50.000 ore ed oltre), riducendo drasticamente il bisogno di manutenzione Infine il sistema d´illuminazione è completamente autosufficiente grazie all´impiego di pannelli fotovoltaici completamente integrati alla struttura del ponte. Particolare attenzione è stata rivolta all´illuminazione, intesa non solo come funzione ma come parte fondante dell´idea progettuale. Infatti le strisce di luce sono pensate per collegare il nuovo tracciato ai flussi urbani e per dare corpo alla nuova forma.